Numismatica come forma di investimento - Moruzzi Numismatica Roma

nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Numismatica come forma di investimento

SAPERNE DI PIU' > Informazioni utili sulle monete
Staatliche Museen zu Berlin, Il cambiavalute di Rembrandt Harmensz.van Rijn (1606 – 1669)

Da quando la moneta è apparsa nella storia dell'uomo ha sempre attirato intorno a sè l'interesse dell'intera umanità, in quanto essa rappresenta l'idea platonica della ricchezza, il concetto più sintetico del valore e della preziosità fino ad essere anche considerata uno strumento diabolico del male. E’ indiscutibile in ogni caso l'attrazione e l'attenzione che le monete suscitano, siano queste antiche o moderne, metalliche o cartacee. Probabilmente grazie a queste pulsioni, le monete sono oggetto di una delle forme più complesse di collezionismo. Non va poi dimenticato che spesso questi oggetti sono dei meravigliosi multipli d'arte, che restituiscono ai nostri occhi creazioni di civiltà lontane nel tempo e nello spazio. Eccezionali sono tutti gli aspetti storici che una loro serie può ripercorrere, dai ritratti degli imperatori alle raffigurazioni dei monumenti alle commemorazione di eventi.

La numismatica come forma di investimento

Anche le diverse tecniche di fabbricazione sono motivo di grande interesse poiché tracciano la storia di uno dei primi oggetti ad essere prodotto “industrialmente”. Se vuoi approfondire visita la pagina Storia delle origini della moneta e del collezionismo numismatico. Tutti questi aspetti rendono ambite le monete e le banconote, che sono oggetto di frequenti scambi e compravendite, che ne stabiliscono il valore in alcuni casi estremamente elevato. Non è insolito sentir parlare di monete da collezione intese come opportunità di investimento, tanto che anche istituti bancari e fondi d'investimento le inseriscono nella propria capitalizzazione, in particolare in periodi di crisi economica vengono riproposte come interessanti investimenti alternativi. Prima di intraprendere un investimento numismatico è bene rivolgersi ad un preparato consulente, che può anche essere un affermato professionista. In ogni caso non bisogna prescindere da alcune considerazioni, che se non recepite, posso rendere nullo lo sforzo finanziario.

Monete antiche e moderne - In linea di massima le monete antiche da una parte e le monete medievali, moderne e contemporanee dall'altra, hanno mercati con dinamiche molto differenti tra loro. Le prime hanno valutazioni che si formano in un contesto internazionale, mentre le seconde sono generalmente condizionate dai mercati locali. Questo vuol dire che le seconde possono risentire più delle prime di condizionamenti dovuti a dinamiche interne al paese a cui si riferiscono. Le scelta del settore dove indirizzare gli acquisti deve tener conto anche di questa variabile.


Stato di conservazione e qualità di monete e banconote - Il mondo del collezionismo in genere e quello numismatico in particolare sono indirizzati ad una sempre più attenta ricerca degli esemplari perfetti o comunque di ottima qualità; questo vale anche per gli oggetti numismatici. Quindi un buon investimento non può prescindere dalla qualità.

Le monete evocative - Le monete che non hanno mai tradito dal punto di vista dell'investimento sono quelle che in un modo o nell'altro ricordano particolari personaggi o avvenimenti. Per fare un esempio eclatante basti pensare al denario coniato da Bruto dopo l'assassinio di Cesare.


La collezione numismatica - Raccogliere monete o banconote rispettando le indicazioni sopra riportate è già un buon punto di partenza, ma per realizzare un ottimo investimento è necessario un “qualcosa” in più, occorre “collezionare”. Quindi per realizzare buone performance con le monete, non bisogna prescindere dalla collezione e dalla passione per questi oggetti. Nessuno più di un attento collezionista può selezionare le proprie monete. La collezione inoltre rappresenta un paniere ampiamente differenziato di oggetti, che compensano eventuali cali di valore di alcuni esemplari con l'aumento di molti altri.

Alcune considerazioni sull'investimento numismatico


Precauzioni – E’ consigliabile scegliere con attenzione i fornitori che preferibilmente dovranno essere aziende e professionisti stimati; la grande diffusione dell'e-commerce anche di monete richiede ancora più attenzione nella scelta. È bene richiedere o far effettuare certificazioni alle monete acquistate, che ne attestino l’originalità e lo stato di conservazione. Questa precauzione deve essere ancora più stringente per le monete antiche per le quali vanno sempre conservati i documenti di acquisto per rendere nulla la presunzione, oggi particolarmente in voga, di una illegale provenienza archeologica. Tra l'altro, nel caso si decidesse di smobilitare questo investimento, la documentazione raccolta renderà ancora più interessanti e più ambite le monete offerte. Nel caso poi si avesse "l'occasione" di acquistare qualche moneta da un altro collezionista o da un piccolo rivenditore è buona norma richiedere contestualmente alla transazione il parere di un esperto qualificato.

Realizzi - Disinvestire i beni numismatici richiede tempi ridotti. La scelta di quale mezzo scegliere dovrà anche essere, anche in questo caso attenta. Per questi aspetti potete leggere la nostra pagina: come vendere.

Resa dell'investimento - Acquisti oculati garantiscono l'investimento dalle svalutazioni delle valute e dall'incertezza dei mercati finanziari. Nel lungo periodo il risultato è certamente molto interessante, ma anche nel medio periodo normalmente può essere considerato apprezzabile; diventa poi particolarmente interessante in periodi di forte crisi economica o finanziaria.


Gestione - I costi per la conservazione di oggetti numismatici sono minimi; una piccola cassetta di sicurezza o una cassaforte casalinga accompagnata da una polizza assicurativa sono tutto quello che necessita unitamente a poche attenzioni sull'ambiente scelto; poca umidità in genere e per le banconote attenzione all'esposizione continua e diretta a fonti di luce.

Norme fiscali - Il mercato delle monete e delle banconote da collezione è soggetto ad una tassazione diretta speciale detta "IVA del margine". Questo regime IVA, in vigore in tutta Europa, prevede l'IVA (del 21% in Italia) solo sul valore aggiunto dal commerciante sul prezzo pagato al privato venditore. Quindi tutto sommato un'imposizione minima, che, tra l'altro, non interviene nelle cessioni tra privati. Tale imposizione interviene anche sulle commissioni, che si pagano nelle vendite all'asta. Nulla è dovuto in Europa sui patrimoni numismatici raccolti.


Esempio di rivalutazione - Un sesterzio di Adriano particolarmente bello e ben conservato fu venduto negli anni '80 per 20 milioni di lire; la stessa moneta ha realizzato poi nel 1990 in un'asta a New York ben 300.000 dollari. Recentemente nel 2009 il medesimo sesterzio è ricomparso sul mercato in un'asta di Ginevra dove ha realizzato ben 2.000.0000 di franchi svizzeri!

Buona collezione, ma anche buon investimento in numismatica!

Umberto Moruzzi

Ciascuna espressione di ogni individuo è differente e personale, secondo la logica del proprio pensiero. Una grande quantità di produzioni intellettuali, in modo particolare in internet, vengono messe gratuitamente a disposizione di tutti. Non va però dimenticato che ci sono gli obblighi morali e legali di rispettare la paternità delle creazioni e di non replicarle senza il consenso di chi le ha realizzate. Copyright Moruzzi Numismatica  © 1999-2016

 
© Copyright Moruzzi Numismatica 1999/2016 - Tutti i diritti Riservati P.IVA IT 01614081006
Torna ai contenuti | Torna al menu